Digital marketing manager: che cosa fa?

Cosa fa il digital marketing manager?
È una domanda ricorrente in questo periodo in cui la digital transformation corre sempre più veloce sotto la spinta dei vorticosi cambiamenti e determina connessioni digitali frequenti e continui. Prima di rispondere è opportuno dividere il concetto di marketing e di digital per avere una visione più ampia e capire come agiscono separatamente, e poi congiuntamente.

Il marketing è quell’insieme di attività e di strategie finalizzate a creare valore attorno ad un brand, rafforzandone la posizione sul mercato e fornendo soluzioni e prodotti destinati a soddisfare il bene di singoli individui.

Digital significa invece digitale, che va inteso soprattutto come online e social. Oggi tutti i rapporti, da quelli professionali a quelli personali, avvengono proprio online ed in particolare sui social.

Ed è così che nasce il digital marketing, cioè una serie di strategie aziendali che vanno ad innestarsi nell’online tenendo conto di tutti gli aspetti e le dinamiche del mondo digitale a 360°. Di chi si occupa di tutto ciò? Proprio il digital marketing manager.

Il web ha avuto il grande merito di creare tante nuove figure professionali ed il manager digital marketing è imprescindibile, soprattutto in un mondo dove buona parte del mercato si è trasferita dall’offline all’online dopo l’avvento della pandemia.

Il mondo del mercato digitale ha regole e dinamiche che possono variare a seconda delle circostanze, quindi il digital marketing manager deve essere in grado di capire da cosa dipendono questi cambiamenti e come intervenire in modo tempestivo. A questo punto possiamo esaminare in maniera più approfondita cosa fa un digital manager.

Marketing Manager
Marketing Manager

Digital marketing: cosa fa e chi è

Come accennato precedentemente gran parte del mercato si è trasferito dall’offline all’online. Anche le tipiche botteghe e i negozietti di quartiere, che operavano esclusivamente offline fino a qualche anno fa, per adattarsi alle nuove circostanze hanno dovuto dotarsi di un sito web per restare connessi con i propri clienti. Questo significa che la competitività è salita alle stelle e che bisogna perseguire strategie mirate per differenziarsi e non farsi scavalcare dai competitor. Tale compito è quindi affidato al digital marketing, figura trasversale che deve mixare le dinamiche tradizionali di vendita e di comunicazione con quelle digitali, basate sulla mission aziendale.

Tanto per capire, fare una campagna di marketing incisiva ed accattivante non è sufficiente, ma deve rispecchiare i valori del brand e le aspettative del proprio target di pubblico. Il digital marketing deve essere un vero equilibrista: contabile, pianificatore, coordinatore, sviluppatore, comunicatore ecc. Ma nello specifico cosa fa?

Innanzitutto deve definire il budget aziendale. Massimizzare le proprie risorse e fare investimenti corretti sono i primi passi da compiere per un’attività di successo. Il motto moderno è “il massimo risultato con il minimo sforzo”. Questo non significa però risparmiare a tutti i costi, ma appunto ottimizzare le risorse a disposizione per raggiungere il massimo profitto limitando i rischi e le perdite.

Il digital marketing deve poi pianificare, coordinare e monitorare tutte le strategie di marketing, mettendo in connessione i vari team dell’azienda affinché remino tutti nella stessa direzione come un sol uomo.

Deve poi stilare e pianificare le campagne di marketing rigorosamente in ottica SEO, poiché è necessario raggiungere la visibilità sul web che oggi è una delle cose più importanti per ogni azienda, sito o e-commerce.

Un altro aspetto fondamentale è far convivere pacificamente strumenti di comunicazione online con strumenti di comunicazione offline, traendo il massimo da entrambi. Le strategie commerciali devono quindi essere omnicanali, in modo da sfruttare tutti i canali per raccogliere informazioni e dati importanti sui clienti, per poi pianificare le strategie più adeguate.

Ed ancora, con apposite ricerche online del settore, il digital marketing manager deve aggiornarsi e monitorare costantemente i principali trend del momento per essere sempre sul pezzo.

Digital Marketing Manager
Digital Marketing Manager

Marketing digitale

Perché la tua azienda ha bisogno di un digital manager?

Le aziende hanno bisogno di un digital manager? Assolutamente sì. Il digital manager si mette al servizio dell’azienda per aumentare i clienti, fornire più contatti di preventivi, incrementare il fatturato ed in generale renderla più competitiva sul proprio mercato di riferimento.

Per aumentare i contatti e quindi le vendite le aziende devono sfruttare tutti gli strumenti di digital marketing a beneficio della lead generation, cioè quella pratica che aiuta ad ottenere contatti da parte di clienti interessati ai prodotti o ai servizi dell’azienda. Tutto questo lo può fare il digital manager.

Essere online è importante, anzi necessario, ma non è sufficiente per raggiungere i propri prospect. Ecco perché serve una figura professionale che sappia individuare i potenziali clienti con i quali costruire relazioni durature e future per fidelizzarli.

Gli imprenditori, con una figura del genere al proprio fianco, possono ottimizzare le loro risorse e creare un marketing strategico e mirato per raggiungere il proprio target di pubblico. In pratica è come andare a pesca di clienti in un acquario: restringendo il campo di ricerca, sarà più facile farli “abboccare”.

Inoltre il digital marketing manager è un valore aggiunto che arricchisce la tua azienda. Il tuo team marketing, sotto la supervisione di questa figura, cresce professionalmente fino a sviluppare autonomamente in futuro le strategie più adeguate per il tuo business.

Digital marketing manager
Digital marketing manager
Digital marketing manager
Digital marketing manager

Ti è piaciuto il mio articolo? Bene allora condividilo con qualcuno che deve assolutamente leggerlo.

Utilizza i bottoni di condivisione che trovi qui sotto per aiutarmi a diffondere il post.

Grazie!

Emiliano brinci coprywriter